Tempo di lettura indicativo: 8 minuti 🔖

Uno dei maggiori pericoli che incontra un gamer, ancor prima di diventare un giocatore professionista e riuscire così a guadagnare qualcosa con la propria attività, è quello di crollare sotto il peso dello stress eccessivo.

Sempre più ragazzi, ancora in piena attività evolutiva, desiderano far diventare la propria passione per i videogiochi una vera e propria attività professionale. Chi desidera diventare un eplayer di fama mondiale e chi invece desidera diventare un influencer insegnando e strimmando mentre gioca.

In ogni caso sarà necessario sottoporsi fin da subito a livelli di stress elevati da tanti punti di vista. Da quello fisico per il sistema visivo, e la coordinazione occhio mano, passando dallo stress psicologico a quello metabolico e legato al controllo del sonno.

E’ impossibile sottrarsi a questi stress che son connessi all’attuale sistema di gioco e ai modelli comportamentali che ne scaturiscono. Quindi se vogliamo avere successo e creare le corrette basi per raggiungere importanti risultati nel mondo del gaming è necessario conoscere le problematiche che incontreremo,  fin dai primi livelli di difficoltà.

In oltre una volta conosciuti i potenziali nemici della nostro successo dobbiamo capire quali strumenti abbiamo per contrastarli e vincere queste prime sfide nel mondo degli esport!.

Devi sapere che sono 4 i principali nemici della tua potenziale carriera, soprattutto all’inizio quando il tuo corpo, il tuo metabolismo e la tua struttura mentale non sono ancora strutturati per affrontare le difficoltà che affrontano quotidianamente i proplayer.

Eccoli, impara subito a conoscerli e a riconoscerli quando cominciano ad agire negativamente su di te:

  1. Stress alimentare
  2. Sress muscolare e scheletrico
  3. Stress psicologico e relazionale
  4. Stress neurovegetativo

Ecco quali sono i segnali di allarme che devono metterti in allerta e farti correre ai ripari il prima possibile prima che si instaurino schemi metabolici e comportamentali così radicati da essere difficili da modificare e che abbiano lasciato danni fisici permanenti.

Puoi essere sotto forte stress alimentare se:

  1. Negli ultimi sei mesi sei aumentato di 3 chili
  2. Il tuo pasto principale è l’ultimo della giornata dopo le 22.00 alla sera
  3. Non fai quasi mai colazione
  4. Utilizzi molte bevande energetiche contenenti caffeina e taurina, tipo red bull, monster o affini
  5. Ti nutri spesso di fake food (MacDonald, Burgher King, ecc…)
  6. Hai spesso la pancia gonfia
  7. Soffri di dolore allo stomaco, bruciore o reflusso gastrico
  8. Mangi raramente frutta e verdura fresca.
  9. Appena dopo i pasti ti viene sonnolenza e stanchezza.

Se ti riconosci già in uno o più di questi punti allora fai attenzione e rivolgiti ad un professionista eSport, un Health Coach che possa supportarti aiutando a correggere immediatamente gli errori che stai facendo prima che intacchino gravemente il tuo metabolismo.

Puoi essere sotto forte stress muscolare e scheletrico se:

  1. Negli ultimi sei mesi hai sofferto di dolore al polso, al gomito, al collo o alla colonna vertebrale in genere.
  2. Se hai sofferto di crampi di giorno o di notte agli arti superiori o inferiori
  3. Senti dei formicolii o hai perso la sensibilità a piedi o mani
  4. Nei primi movimenti al mattino ti senti rigido ed indolenzito su qualche articolazione.
  5. Soffri di mal di testa, a volte associato a tensioni al collo.
  6. Non riesci a stare molto tempo seduto senza avere dolore alla zona lombare o alle gambe
  7. Quando apri un barattolo chiuso stretto, o quando sollevi un peso senti dolore al gomito o al polso

Se ti riconosci già in uno o più di questi punti allora fai attenzione e rivolgiti ad un professionista eSport, un Health Coach che possa supportarti aiutando a correggere immediatamente gli errori che stai facendo prima che intacchino gravemente la tua struttura muscolare e scheletrica!

Puoi essere sotto forte stress neurovegetativo se:

  1. Ti senti sempre stanco e hai poca voglia di giocare
  2. Fai fatica ad addormentarti alla sera e fai ancora più fatica ad alzarti dal letto al mattino
  3. Hai un sonno disturbato e poco riposante
  4. Ogni tanto hai delle fascicolazioni (piccole contrazioni involontarie) ai muscoli dell’occhio, del volto o in altre parti del corpo.
  5. Serri e digrigni i denti di notte
  6. Avverti spesso una forte paura di gareggiare e di perdere
  7. Hai sempre mani e piedi freddi

Se ti riconosci già in uno o più di questi punti allora fai attenzione e rivolgiti ad un professionista eSport, un Health Coach che possa supportarti aiutando a correggere immediatamente gli errori che stai facendo prima che intacchino gravemente il tuo sistema nervoso autonomo esaurendolo.

Puoi essere sotto forte stress psicologico e/o relazionale se:

  1. Negli ultimi sei mesi non hai mai fatto delle attività dal vivo con i tuoi amici o comunque con dei coetanei ( a parte la scuola)
  2. Non stai facendo nessuna attività sportiva o ludica al di fuori dei videogiochi.
  3. Hai amici quasi esclusivamente on line.
  4. Comunichi con i tuoi coetanei quasi esclusivamente con chat, sui social o durante attività di gioco o streamming.
  5. Non hai alcun interesse al di fuori dei videogiochi.
  6. Passi sui videogiochi o guardi video di player per più di  otto ore al giorno senza essere un proplayer.
  7. Tendi a saltare i pasti e a mangiare davanti al video e comunque senza i tuoi familiari.
  8. Se mangi con i tuoi familiari mangi di corsa per tornare al più presto a giocare.
  9. Ti sembra che nessun adulto possa comprendere la tua passione per il gaming

Se ti riconosci già in uno o più di questi punti allora fai attenzione e rivolgiti ad un professionista eSport, un Health Coach che possa supportarti aiutando a correggere immediatamente gli errori che stai facendo prima che intacchino gravemente le tue relazioni personali e la tua capacità relazionale, soprattutto in questi casi il gaming disorder potrebbe essere alle porte.

Nei prossimi articoli vedremo insieme, uno ad uno, questi quattro  nemici dei gamer entrando ancor più nel dettaglio per comprendere perché si manifestano e soprattutto quali sono le azioni specifiche che puoi mettere in campo, fin da subito, per iniziare a sconfiggerli!

Gioca con consapevolezza, divertiti sempre e diventa un campione!

Se questo articolo ti è piaciuto iscriviti alla newsletter così potrai rimanere sempre aggiornato su tutte le ultime ricerche e novità per migliorare la salute e diventare un player di alto livello!